fbpx
3 strumenti per chi non ha tempo
3 strumenti per chi non ha tempo
scritto da Antonio Lipari il 11/29/2019

Nella nostra cerchia delle conoscenze, tutti noi, abbiamo un collega o un amico professionista che “non ha mai tempo” o è talmente impegnato, pieno di lavoro o di appuntamenti che non sa come gestirli. 

Da liberi professionisti, quali siamo, conosciamo bene quali sono le azioni che esegue per raggiungere i propri obiettivi: la vita lavorativa di un professionista è scandita da 

  • appuntamenti
  • telefonate
  • mail 

– e dalla continua necessità di coniugare la fase operativa con la fase di organizzazione degli impegni e del tempo che questi ci occupano.

Se abbiamo qualcuno che ci organizza gli appuntamenti e che gestisce i contatti con i nostri clienti non ci troviamo davanti al problema della gestione del tempo, ma se siamo lavoratori abituati a gestirci in modo autonomo potrebbe accadere di essere noi stessi a doverci rimproverare per avere poco tempo o troppo lavoro da fare.

Quella della gestione del tempo è uno dei maggiori problemi che ho riscontrato entrando in contatto con gli Studenti dell’Accademia del Professionista e le domande che mi pongono sono:

“Ma c’è un modo per ovviare a questi problemi? e se sì, quale è?”

Da formatore la soluzione che propongo è divisa in 3 punti:

– organizzati;

– delega;

– e impara a dire “no”.

Espressa in questo modo la soluzione sembrerebbe semplicistica, ed in parte lo è, eppure se applicata in modo corretto ed efficace permette al professionista di essere valorizzato e al suo business di crescere. 

Ti spiego quali processi si possono applicare in modo da poter gestire al meglio il proprio lavoro e smettere di trovarsi nella situazione di dire: “non ho tempo”.

1. ORGANIZZATI (e sistematizza)

Quando si parla di organizzare gli appuntamenti con i clienti si pensa immediatamente ad acquistare un’agenda o un gestionale, e all’uso che se ne farà di quest’ultimi, ovvero quello di promemoria: segneremo gli incontri che abbiamo e le azioni da fare che altrimenti potremmo dimenticare. 

Ma se ti dicessi che questa non è il tipo di organizzazione a cui mi riferisco?

Quando un cliente prende un appuntamento con noi siamo consapevoli che dovremo fare delle azioni per riuscire ad attrarlo a noi e spesso queste azioni sono ricorrenti e uguali da cliente a cliente, e da appuntamento ad appuntamento: quindi, perché non creare delle procedure semiautomatiche che ti permettano di risparmiare tempo e di migliorare le performance?

Ti faccio un esempio concreto: 

immaginiamo di fissare un appuntamento con un nuovo potenziale cliente.

Si potrebbe pensare che sia sufficiente incontrarlo per farlo diventare un cliente a tutti gli effetti, ma sappiamo che non è cosi: ti chiederà comunque del tempo per pensarci per valutare se fai al suo caso.

Sarebbe ideale sviluppare una procedura durante la quale il nostro potenziale cliente, possa conoscerci ancor prima di entrare in contatto con noi in modo da aumentare il suo grado di consapevolezza: per esempio introdurlo al blog nel tuo sito o fornirgli un contenuto digitale che possa consultare prima dell’appuntamento.

Con questo processo, che si fa attraverso uno “studio del percorso di consapevolezza” del nostro lavoro, è possibile creare una sequenza che permetta al cliente di entrare in contatto con noi in modo indiretto, avere la consapevolezza delle nostre competenze così che avrà più elementi per conoscerci e valutarci con un minor costo in termini di tempo da parte nostra.

2. DELEGA (con sicurezza)

Delegare non è facile… e se poi il nostro collaboratore sbaglia? 

Ma la domanda che vorrei che il professionista si ponesse è: e se sbagliassi io? Cosa cambierebbe dall’errore del collaboratore?

Non siamo infallibili, la differenza è che la nostra esperienza ci permette di risolvere l’errore con rapidità, attraverso processi meccanici che sviluppiamo grazie a preparazione ed esperienza. Nel momento in cui decidiamo di delegare il nostro lavoro sarà quello di creare una procedura di esecuzione e una di controllo in modo che accompagnino il nostro collaboratore, o partner, nell’esecuzione riducendo al contempo i rischi di errore.

Tuttavia la possibilità di errore va prevista sempre: prima di dare date di consegna o di far svolgere tutto il lavoro, fissate dei step di controllo.

3. IMPARA A DIRE “NO” (con stile)

Con il titolo mi riferisco a dire “no” ad un lavoro che non è di nostra competenza, non al cliente: le consulenze a 360 gradi sono metodi passati, oggi servono specialisti di settore.

Potresti ribattere ” e se è un cliente storico che lo chiede? dobbiamo accontentarlo”, ti risponderei che anche un cliente fidelizzato potrebbe diventare un ex cliente, scontento. 

Per questo è bene evitare di fare quelle operazioni che impegnano il nostro tempo e che possono creare problemi: la soluzione è affidarsi a partner fidati che possano rispondere in modo adeguato alle richieste che non sono di tua competenza; inoltre, se diventi un referente, inneschi una nuova possibilità di referenza nei tuoi confronti.

Quando si è professionisti imprenditori non bisogna pensare in piccolo, alla singola operazione, ma alla continuità e alle opportunità.

Prova anche tu ad organizzarti, a delegare e a dire di “no”. Sebbene applicare questi passaggi possa sembrare complesso e lungo all’inizio, con il tempo faciliterà e renderà più semplice il tuo mondo professionale.

Puoi approfondire l’argomento con la lezione GRATUITA che trovi su:

www.accademiadelprofessionista.it

Iscriviti ai nostri prossimi webinar gratuiti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cookies Policy

Privacy Policy

Termini e Condizioni

DISCLAIMER: Tutti i materiali presenti sui siti di proprietà WET Formazione© di non costituiscono in alcun modo alcuna nessuna proiezione di guadagni, promesse o rappresentazioni, o garanzie di alcun genere in merito a prospettive di lucro future o guadagni in relazione al tuo acquisto di servizi WET Formazione© e/o prodotti, e che non abbiamo autorizzato alcuna proiezione, promessa o rappresentazione da parte di soggetti terzi, interni o esterni all’azienda WET Formazione©. Tutti i Diritti sono riservati. E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale. Leggi Tutto

Dove ci trovi?
Vuoi scoprire di più su wet formazione?